Convegno ICAF

1 aprile 2017

CORSO DI AGGIORNAMENTO AI SENSI DEL DM 140-2014

NORMATIVA, RESPONSABILITÀ ADEMPIMENTI E PROCEDURE OPERATIVE, GESTIONE DOCUMENTALE E RENDICONTAZIONE

IN MATERIA DI AMMINISTRAZIONE CONDOMINIALE 

Sabato 1 aprile 2017 si è tenuto il corso denominato “la liberatoria dell'amministratore ai sensi della Legge 220/12 e l'anagrafe condominiale quale strumento utile per lo svolgimento dell'attività degli agenti immobiliari” organizzato da FIMAA - Federazione Italiana Mediatori Agenti D'Affari e AIREC - Associazione Italiana Revisori Condominiali.

Il corso ha avuto sede nella bellissima sala conferenze di ASCOM. La sala era gremita di partecipanti, erano presenti non sono agenti immobiliari, il cui corso era rivolto, ma anche molti avvocati, amministratori condominiali e mediatori civili.

Dopo un breve saluto dell’ex-presidente Luciano Patelli, il convegno ha avuto inizio con l’introduzione del nuovo presidente FIMAA - ASCOM Bergamo Oscar Caironi, seguito dall’esposizione dell’Avvocato del Foro di Bergamo Luca Baj il quale ha illustrato la composizione necessaria prevista a seguito della Legge 220/12 del nuovo rendiconto condominiale (registro di contabilità, riepilogo finanziario e nota sintetica esplicativa), ha esposto i compiti di un bravo mediatore immobiliare e ha delineato i profili di responsabilità di quest’ultimo.

Il corso è proseguito con l’esposizione del Rag. Oscar albricci, amministratore condominiale con trentennale esperienza e revisore condominiale, che ha concretizzato l’utilizzo del rendiconto ed in particolare della nota sintetica esplicativa e del registro anagrafe condominiale quali strumenti importantissimi al servizio degli agenti immobiliari.

Questi due strumenti, introdotti con la riforma del condominio del 2012 ma conosciuti a pochi, possono essere utilizzati dagli agenti immobiliari per verificare: lo stato del condominio, la presenza di tutti i certificati obbligatori previsti dalla legge, l’esistenza questioni pendenti come la presenza condomini morosi ed infine per verificare quali siano i partecipanti del condominio (proprietari, affittuari, usufruttuari, ecc.). Questi elementi sono fondamentali in caso di compravendita, perché in grado di rappresentare una fotografia delle viscere dell’immobile che l’acquirente è interessato ad acquistare; inoltre sono strumenti indispensabili per perizie o per determinare l’ammontare di un affitto. Il corso si è concluso con l’esposizione del Dott. Ivan Giordano, giurista dell’economia e dell’impresa e responsabile scientifico di AIReC, il quale ha sottolineato con innumerevoli esempi l’importanza della nota sintetica esplicativa e del registro anagrafe non solo nelle mani di agenti immobiliari ma anche di avvocati, e con le moltissime domande dei partecipanti che hanno evidenziato come questi strumenti nonostante siano stati previsti da una legge entrata in vigore nel 2013 sono ancora pochi gli amministratori in conformità con la riforma.

  • RSS
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube
  • Twitter Social Icon