• Giuseppe Politi

Valore aggiunto, prodotto principalmente a Nord

Aggiornato il: 4 giu 2020

Il valore aggiunto è prodotto per il 37,7% al Nord-ovest, il 25,4% nel Nord-est; il 20,5% nel Centro e il 16,4% nel Mezzogiorno. Nel 2017, Alessandria, Padova e Trieste entrano per la prima volta nelle prime 20 posizioni dei comuni capoluogo per produttività del lavoro, per valore aggiunto per addetto. Milano e Bolzano le province più produttive, ai primi posti per valore aggiunto per addetto. Nelle prime 20 posizioni in termini di valore aggiunto si attestano soltanto comuni capoluogo, ad eccezione di San Donato Milanese che risulta in 17esima posizione, guadagnando due posizioni rispetto all’anno precedente. I comuni in classifica, che generano il 29,3% del valore aggiunto nazionale, restano sostanzialmente invariati rispetto al 2016 ma con inversioni di posto tra Bologna (sesta) e Firenze (settima), Modena (12esima) e Brescia (13esima), Bergamo (20esima) e Ravenna (21esima), che esce dalla graduatoria mentre rientra Bergamo. Il 5% dei comuni più grandi in termini di popolazione genera il 57,8% del valore aggiunto nazionale.

Post correlati

Mostra tutti

Istat: povertà in continua crescita

Uno dei grandi problemi e conseguenze che ha portato il Covid-19 è sicuramente la povertà che ha colpito e sta colpendo sempre più famiglie italiane; Infatti, secondo le stime preliminari, nel 2020 le

Quando
Jun 22, 9:00 AM
Dove
Fieramilanocity,
Viale Lodovico Scarampo, 20149 Milano MI, Italia

Per la tutela

del tuo risparmio

Dalla rete

Le ultime notizie

  • RSS
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube
  • Twitter Social Icon