• Paolo Baruffaldi

Le aziende che soffrono il distanziamento e lo smartworking

Nel periodo di lockdown e nel periodo successivo moltissime aziende hanno vissuto grandi difficoltà. Uno dei settori più colpiti è quello della ristorazione. Lo smart working, per quanto utile durante il lungo periodo di lockdown, sta producendo gravi danni al comparto della ristorazione. E’ evidente che il mancato consumo dei pasti da parte di molti lavoratori che svolgono le mansioni lavorative da casa sta provocando dei gravi effetti. Moltissimi esercenti infatti lamentano il dimezzamento degli incassi. Una conseguenza della forte diminuzione della clientela che continua, anche in questo periodo di aperture ma ancora di emergenza sanitaria, a lavorare da casa. Moltissimi titolari di attività di ristorazione teme infatti di dover ridurre i dipendenti, soprattutto se non ci sarà una proroga della cassa integrazione in deroga che finora ha consentito di mitigare le conseguenze negative del calo di fatturato. Nel settore si spera che le misure di distanziamento vengano allentate e che si possa tornare alla “normalità” per non dover chiudere.


Post correlati

Mostra tutti

Per la tutela

del tuo risparmio

Dalla rete