• Giuseppe Politi

Industria, calo del fatturato ma crescono gli ordinativi

Aggiornato il: ott 16

Ad agosto il fatturato dell’industria, aumenta del 5,9%, proseguendo la dinamica positiva iniziata a maggio. Nella media del trimestre giugno-agosto l’indice complessivo è cresciuto del 35,9% rispetto ai tre mesi precedenti. Anche gli ordinativi si incrementano ad agosto, più ampio di quello del fatturato (+15,1%); nella media degli ultimi tre mesi incrementano del 47,3% rispetto ai tre mesi precedenti. La dinamica congiunturale del fatturato riflette andamenti positivi su entrambi i mercati, sostenuta soprattutto dal mercato interno che registra una variazione di +7,3%; l’incremento del mercato estero, più contenuto con +3,0%. Gli ordinativi sono trainati da entrambi i mercati, maggiormente quello estero rispetto a quello interno (rispettivamente +15,6% e +14,7%). Con riferimento ai settori principali di industrie, ad agosto gli indici destagionalizzati del fatturato segnano aumenti congiunturali del 9,8% per i beni di consumo, del 7,7% per i beni intermedi e dello 0,9% per i beni strumentali; l’energia è l’unico settore a registrare una diminuzione (-1,8%). Il fatturato totale diminuisce in termini tendenziali del 3,8%, con cali del 2,2% sul mercato interno e del 7,0% su quello estero. Riguardo al comparto manifatturiero, il settore dei mobili e delle altre industrie registra la crescita tendenziale più marcata (+16,9%), seguito dal comparto delle apparecchiature elettriche e non (+7,1%), mentre l’industria farmaceutica e le raffinerie mostrano i cali maggiori (-7,6% e -29,2% rispettivamente). In termini tendenziali l’indice grezzo degli ordinativi aumenta del 6,1%, con incrementi su entrambi i mercati (+6,8% quello interno e +5,3% quello estero). La maggiore crescita tendenziale si registra nel settore dei computer e dell’elettronica (+24,2%) e per i mezzi di trasporto (+22,9%), mentre i risultati peggiori sono nell’industria chimica (-4,5%) e in quella farmaceutica (-8,9%).

Post recenti

Mostra tutti

Google nel mirino dell'antitrust

Google ancora nel mirino dell'antitrust. Questa volta per abuso di posizione dominante. Infatti, la società, controllata da Alphabet Inc, secondo l'antitrust, avrebbe violato l'articolo 102 del Tratta

Non ci sono eventi in programma
  • RSS
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube
  • Twitter Social Icon