• Elena Albricci

Per rivendicare la proprietà esclusiva del seminterrato, si deve fornire il titolo di acquisto.


Secondo l'ordinanza numero 20347/2017 depositata dalla Corte di Cassazione, chi rivendica la proprietà esclusiva del locale seminterrato deve fornire il titolo di acquisto.

Nel caso di specie un condomino aveva rivendicato l’uso esclusivo del locale seminterrato situato nel condominio in cui abitava.

La Cassazione, pronunciandosi nel merito, ha ricordato che la natura condominiale di un bene deriva da due fattori: il primo riguarda l’attitudine oggettiva del bene al godimento comune, il secondo riguarda la destinazione all'utilizzo comune.

Pertanto, per stabilire su chi ricada la proprietà del bene, tra condominio o condomino, sarà necessario fornire una prova; cioè sarà necessario presentare un titolo d’acquisto dal quale si desumano elementi tali da escludere la comunione del bene e quindi attribuire la proprietà al singolo.

Non saranno prove sufficienti: quanto previsto nel regolamento di condominio, né l’inclusione del bene come proprietà esclusiva di un singolo nelle tabelle millesimali.


Post recenti

Mostra tutti

Inail: oltre 66mila i contagi sul lavoro

In data 31 ottobre l'Inail ha dichiarato che "i contagi sul lavoro da Covid-19 denunciati all'Inail alla data del 31 ottobre sono 66.781, pari al 15,8% del complesso delle denunce pervenute dall'inizi

  • RSS
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube
  • Twitter Social Icon