Sanzioni per vendite a domicilio


GS Quality Service, una società che vende prodotti per la casa, è stata multata dall'Antitrust. Prima la promessa telefonica di un buono regalo poi la visita a domicilio per ricevere il buono. La visita a domicilio però presentava una grande insidia; la sottoscrizione di un contratto di acquisto spacciato dal venditore come un modulo che serviva per ricevere il buono regalo. Poi una seconda visita al cliente per imporre l'ordine di acquisto di prodotti per la casa, minacciando azioni legali in caso di mancato ordine. Questa la condotta di GS Quality Service sanzionata con una multa di 70.000 euro dall'Antitrust. Nel primo contatto telefonico e nella prima visita a domicilio, spiega l’Autorità, il professionista “omette consapevolmente di indicare le effettive finalità commerciali della relativa iniziativa promozionale venendo indotto, con modalità ingannevoli, alla sottoscrizione di un modulo, senza che gli sia chiarita la reale natura della relativa proposta commerciale”. L'Antitrust continua spiegando che "solo nella seconda visita il consumatore viene informato di essersi impegnato all’acquisto di beni per un rilevante valore economico e di non potersi avvalere del diritto di recesso, contrariamente a quanto previsto dal Codice del Consumo”. L’Autorità ha quindi erogato la sanzione nei confronti della società.


Post recenti

Mostra tutti
Non ci sono eventi in programma
  • RSS
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube
  • Twitter Social Icon