Multe e codice della Strada: il termine per la comunicazione dei dati del conducente


Una circolare del Ministero dell’Interno del 2011 aveva stabilito che chi fa ricorso contro una multa non doveva comunicare i dati del conducente prima della fine del giudizio di opposizione alla sanzione. La sentenza numero 18027/2018 della Corte di Cassazione risalente allo scorso luglio, ha fissato un orientamento più restrittivo. Questa sentenza ha stabilito che il termine di 60 giorni per comunicare i dati del conducente, nel caso di sanzioni amministrative che prevedano la decurtazione dei punti della patente, decorra dalla notifica del verbale principale e non dalla definizione dell’eventuale giudizio - procedimento di opposizione all’infrazione.


Per la tutela

del tuo risparmio

  • RSS
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • YouTube
  • Twitter Social Icon