• Livio Baj

Xiaomi Z Fold

Ve ne ho parlato settimana scorsa, presentando il  Samsung Z Fold 2. Ve ne riparlo oggi, introducendo il pieghevole di Xiaomi. Quello pensato dall'azienda cinese, ancora a livello di brevetto, è più un tablet che uno smartphone. Dovrebbe trattarsi di un dispositivo diviso in tre parti, che si piega come un opuscolo e che da aperto offre una superficie di lavoro spaziosissima.. I pieghevoli al momento si dividono in due categorie: quelli che sfruttano la piega per diventare più piccoli di uno smartphone tradizionale - come sd esempio Samsung Z flip e Mitorola Razr - e quelli che invece la sfruttano per diventare più grandi - come Samsung Z fold 2 e Mate XS-. Xiaomi con questo brevetto assume il secondo concept e va oltre: il peso del device, infatti, sembra ancora eccessivo. Forse questo brevetto non si tradurrà mai in realtà produttiva, ma Xiaomi sembra voler puntare su dispositivi che si piegano a Z, andando a differenziarsi dalla platea delle attuali proposte foldable concorrenti. L’elettronica di questo dispositivo è posizionata tra le parti divise dalle cerniere e consente di avere più spazio per poter inserire una batteria più capiente. C’è una fotocamera frontale alloggiata in un foro, mentre i tasti del volume con altri elementi si trovano sul profilo laterale. Ovviamente ancora non sono note le misure di questo dispositivo, ma non sorprenderebbe se da chiuso misurasse oltre 20 mm. Per sfondare il mercato dei pieghevoli Xiaomi dovrà proporre uno smartphone interessante, funzionale, dalle dimensioni accettabili e dall’ottimo rapporto qualità prezzo, mantenendo così viva una delle caratteristiche fondanti dell'azienda cinese.

Quando
22 giu, 09:00
Dove
Fieramilanocity,
Viale Lodovico Scarampo, 20149 Milano MI, Italia

Per la tutela

del tuo risparmio

Dalla rete

Le ultime notizie